Salute - smettere di fumare senza fatica

Ieri ho rivisto, dopo anni, "L'ultimo Boy Scout - Missione: Sopravvivere", film nel quale il mitico Bruce Willis fa il detective e che, nell'arco dell'ora e 45 minuti, fumerà 3.000 sigarette.

Negli anni 80 e parte dei 90 era un classico:
i personaggi del cinema e della musica fighi, fumavano e di conseguenza finivi per imitarli; un po' come accade oggi con gli "influences", con la differenza che all'epoca ad influenzare gli adolescenti erano artisti (ricordate quanto era figo Slash dei Guns n' Roses nei suoi assoli con la sigaretta perennemente penzolante tra le labbra?) mentre oggi i "pifferai magici" sono personaggi privi di un qualsiasi talento artistico ma abilissimi nell'uso dei social media.

Negli anni '80 ero un adolescente decisamente sfigato e per cercare di acquisire un minimo di fascino, decisi che avrei fumato anche io.
Un pomeriggio nel quale ero in casa da solo e cazzeggiavo, trovai in un cassetto un pacchetto di Nazionali senza filtro: ne tirai fuori una dal pacchetto, la misi tra le labbra, la accesi ed aspirai a pieni polmoni.
Ricordo di aver visto materializzarsi in soggiorno un Gorn e poi persi i sensi.
Rinvenni grazie all'intervento di mio zio che mi fece annusare un suo calzino portato ininterrottamente per due mesi durante la scalata al Kangchenjunga.
Quell'esperienza mi fece decidere che mai avrei fumato. 

Tuttavia notavo che i miei amici venivano agganciati da ragazze con il classico "hai da accendere?" e non volevo giocarmi qualche occasione solo perché il sapore di sigaretta mi faceva vomitare.
Ebbi il classico lampo di genio: iniziai ad andare in giro con un accendino in tasca così, alla bisogna, lo avrei tirato fuori, la ragazza avrebbe acceso la sigaretta e avremmo rotto il famoso ghiaccio.
Purtroppo l'idea non ebbe successo e l'accendino lo usai per incendiare le scoregge nei noiosi pomeriggi invernali.
Nell'estate 1988, la svolta. 

Per motivi del tutto inspiegabili una ragazza francese, decisamente attraente, dichiarò un certo interesse nei miei confronti.
Davvero bellissima, sexy da impazzire ma fumava: ogni volta che le infilavo la lingua in bocca, era come leccare un posacenere.
Decisi che avrei fumato anche io, così non avrei più avuto quel sapore disgustoso in bocca.

La mia ultima sigaretta l'ho fumata nel 2016.
Avevo finito il pacchetto e pensai che mi sarei dovuto fermare dal tabacchino a comprarle ma un giorno mi dimenticavo, l'altro pure è, alla fine, ho smesso.

Da non fumatore non posso non notare che fumare sia la cosa più stupida che si possa fare: spendere soldi per rovinarsi la salute è decisamente idiota ma alla fine...i soldi sono vostri, la salute pure...quindi fate un po' come cazzo vi pare...

Ma se volete smettere, sappiate che farlo è molto più facile di quanto pensiate e dato che Cunni Loves You, ecco qualche prezioso consiglio per riuscire a liberarvi dalla schiavitù della nicotina. 

Potreste, ad esempio, usare l'Attak al posto del burrocacao, oppure mozzarvi tutte e 10 le dita delle mani...magari anche quelle dei piedi, che non sia mai riusciate a fumare usando quelle...
Un altro trucchetto, decisamente più piacevole e meno cruento, da usare ogni volta che avete voglia di tenere una sigaretta tra le labbra, è impegnare la bocca succhiando il primo cazzo che avete a portata di mano.
Per risolvere il problema in modo rapido e definitivo, potreste chiudevi per una settimana dentro una camera iperbarica; due le possibilità: o smettete oppure non resistete alla tentazione, vi accendete la sigaretta e l'esplosione vi toglierà di mezzo in modo pirotecnico.

Mmmhhh forse avete ragione, meglio usare metodi più delicati e seguire consigli seri:
10 rimedi naturali per smettere di fumare senza fatica.
E comunque credetemi: molto meglio impegnare la bocca leccando una fica grondante piacere che fumando. 

Cunny Honey - The Cunnilingus Addiction


Nessun commento

Powered by Blogger.