Identità sessuali

Ai miei tempi era tutto molto più semplice.
Le identità sessuali erano due:
quelli ai quali piaceva la fica e quelli ai quali piaceva il cazzo.
I bisex erano considerati appartenenti alla seconda categoria.

Oggi la faccenda è dannatamente complicata.
Uno può essere asessuale, aromantico, graysexual, demisexual, demiromantic, lithromantic, pansessuale, polisessuale, panromantic, skoliosexual, queerplatonic e zucchini.
Per saperne di più:
a quale di queste 12 identità sessuali appartieni?

A questo punto uno potrebbe dire un bel "ecchisenefotte", tirare fuori l'uccello e farsi una sega ma sappiate che esiste un'altra identità sessuale.

La cosiddetta "sexual fluidity", o fluidità sessuale, è un concetto coniato da Lisa Diamond, psicologa e docente presso l’università dello Utah (USA):
non esistono più omosessuali, eterosessuali o bisex, ma semplicemente "fluidi".
In pratica si tratta di oscillare tra eterosessualità ed omosessualità.
Ti piace il cazzo ma a volte capita di provare attrazione per una donna?
Sei fluida.
Per saperne di più:
com'è la storia della sessualità fluida? (In fondo love is love). 

Sembra che la fluidità sessuale sia più femminile che maschile:
magari è solo perché le donne non si fanno problemi ad ammettere attrazione per un'altra donna, mentre noi maschietti nati nel secolo scorso, cresciuti con l'incubo di essere giudicati culattoni (o ricchioni), non lo ammetteremmo mai, nemmeno sotto tortura.

Comunque, se volete capirne un po' di più provate a fare questo test:
Kinsey Scale Test

Io sono risultato "esclusivamente eterosessuale" e sulla scala Kinsey sono 2 su 18 (non ho capito cazzo vuol dire però...).

Del resto non c'è da stupirsi:
sono The Cunnilinguist, patologicamente attratto dalla fica.

Cunny Honey - The Cunnilingus Addiction

Nessun commento

Powered by Blogger.